COSA E’ LA BIODANZA OGGI

La crisi del nostro tempo è la crisi di un mondo di percezione e di relazione. L’esperienza è sempre mediata dalle parole, dai modelli, dalle immagini, dagli oggetti. L’uomo perde l’esperienza nuova e singolare della vita. La crisi del nostro tempo è crisi del tempo: sempre indaffarati, informati, in azione, pensanti. Quale qualità può avere il nostro agire così veloce e frenetico, poco collegato ad un autentico sentire? Che qualità ha la nostra vita senza contatto con i ritmi naturali ed organici? Dove abbiamo perso la sensibilità che ci fa comprendere quando abbiamo bisogno di riposare oppure di muoverci più agilmente, o ancora, quando abbiamo bisogno di calore e di contatto umano? A lungo abbiamo privilegiato la conoscenza intellettuale, la razionalità, perdendo il legame con il cuore delle cose, degli esseri viventi. L’interesse della Biodanza consiste in un’inversione di tendenza che restituisce l’esperienza del corpo e della sensibilità. E’ possibile danzare la propria vita nella interezza della propria unicità, in armonia con gli altri e con l’ambiente circostante, per tentare di armonizzare nel vissuto il rapporto tra natura e cultura. E, non per ultimo, per abbandonarci all’ascolto delle percezioni ed emozioni di noi stessi.
La Biodanza è un sistema di Rinnovamento esistenziale, di Sviluppo umano, fondato attraverso la Musica e il Movimento in Gruppo. La Musica, linguaggio universale, è capace di liberare sentimenti ed emozioni come l’allegria, la tenerezza. La combinazione di Musica, Movimento ed Emozione induce “Vivençia“. Rolando Toro, creatore del sistema Biodanza, ha inteso restituire all’uomo la coscienza della propria forza creativa nell’auto-consapevolezza di un percorso poetico che sceglie la Vita. Cerca di risvegliare in sé il dono dell’espressione e di ricollocare l’esperienza dei linguaggi nella loro prospettiva originale e sempre attuale, la Creazione.
L’espressione è nella vita prima che nell’arte, è esistenziale nella forma delle parole e dei gesti: un Uomo che vive il Presente è aperto alla dimensione del Possibile. La Biodanza agisce attraverso una dinamica di apertura, mediante un’abolizione progressiva delle distanze, che colloca ogni individuo nella vicinanza dell’altro. La Biodanza si pone nell’ottica dell’incontro, in una creazione continua di legami che uniscono a sé, all’altro e al mondo. E’ una relazione immediata. Agisce attraverso la danza nella ricerca del gesto proprio, della parola singola che reca e dà una forma alle nostre potenzialità.

PERCHE’ FARE BIODANZA?

Sviluppa la capacità di essere sé stessi, di ritrovare i propri ritmi naturali e di vivere con intensità e totalità ogni esperienza della vita

Migliora le modalità di comunicazione in tutte le sue manifestazioni

\

Migliora l’umore e la vitalità e contribuisce a sviluppare le proprie potenzialità

Migliora le relazioni, facilita l’amicizia, stimola le affinità elettive e permette nuove forme di contatto umano

Libera la creatività esistenziale al di fuori dei modelli e dei condizionamenti culturali ed ambientali

Promuove una nuova sensibilità verso la vita attraverso la scoperta dei suoi aspetti più intimi e meravigliosi

A

Aiuta a riacquisire il piacere del movimento e una maggiore sensibilità al linguaggio corporeo

N

Facilita l’espressione affettiva e la capacità di trovare nuove motivazioni verso l’esistenza

“La bellezza, il piacere, la gioia di vivere e di realizzarsi. Appartengono a tutti coloro che riescono a incontrare profondamente se stessi e gli altri”.
Rolando Toro

COME SI PRATICA LA BIODANZA?

La Musica, il Movimento Danzato e il calore che scaturisce dall’incontro con altri esseri umani, ribaltano completamente la normale esperienza di realtà a cui siamo abituati. Attraverso specifici esercizi, si passa ad un linguaggio nuovo capace di diminuire le funzioni inibitorie della corteccia cerebrale e facilitare l’accesso all’emozione, al sentimento e alla percezione sensibile di sé stessi e degli altri. Gli esercizi di Biodanza sono accuratamente strutturati in relazione al “Modello Teorico” e i loro effetti sono previsti e sempre sotto controllo. Ci sono diversi tipi di esercizi:

 

Individuali, in coppia, in piccoli gruppi e che coinvolgono tutto il gruppo
Di integrazione, di sensibilizzazione e di espressione dei potenziali genetici
Che hanno un simbolismo archetipico

 

Dal quotidiano approccio razionale e mentale con la Vita, si passa in spazi dove le parole, come per magia, sembrano non servire più. Il linguaggio diventa quello del silenzio e dell’Emozione, della Musica e del Movimento, della carezza e del contatto: gli unici canali realmente capaci di risvegliare dolcemente tutte le funzioni del nostro essere, sacrificate e inibite dalle ben note ferite interiori che accompagnano la storia di ognuno di noi.

La Biodanza offre uno stimolo continuo a muoversi con gioia, a entrare in relazione con gli altri, a percepire i propri ritmi naturali, ad avere il coraggio di esprimersi, a sentire la vita piuttosto che pensarla, ad avere stima di sè e coscienza della propria identità.

 

Per praticare la Biodanza non è necessario saper danzare, basta avere il desiderio di migliorare la qualità della propria vita.

La metodologia di Biodanza si basa sull’integrazione tra Musica, Movimento e Vivençia. Questi tre elementi costituiscono un “insieme organizzato” le cui componenti sono inseparabili.

Si consiglia la partecipazione al lavoro di Biodanza con abbigliamento comodo.

La Biodanza si pratica all’interno di un gruppo affettivamente integrato, che funge da “contenitore protettivo” per ciascuno dei partecipanti durante la realizzazione delle proposte. Non si pratica quindi Biodanza individualmente, perché nella solitudine individuale viene a mancare la linfa vitale della relazione con l’altro.

Il percorso di Biodanza arricchisce umanamente e permette a ciascuno di riappropriarsi del piacere di essere nel mondo e di farne parte.

 COS’E’ LA VIVENCIA?

Il termine Vivençia significa istante vissuto intensamente “Qui e Ora“.

Questo termine si riferisce ad uno stato psicofisico di piena integrazione della persona con sé stessa e con gli altri, generato dal contatto  con l’ambiente che lo circonda, proprio nel momento che sta vivendo.

E’ quindi l’esperienza che si vive in ogni singolo esercizio con grande intensità nel momento presente, esperienza che coinvolge la cenestesia, le funzioni viscerali ed emozionali.

Attraverso la Vivençia si sviluppano le potenzialità inespresse dell’individuo, cosa che permette a ognuno di rivelare la parte più intima e  profonda di sé stesso.

Il cammino verso la salute e quindi l’integrazione avviene attraverso l’espressione di tutte le nostre potenzialità di base che, secondo la Biodanza sono: la Vitalità, la Sessualità, la Creatività, l’Affettività e la Trascendenza.

La Biodanza stimola gradualmente le linee meno sviluppate allo scopo di arrivare ad un miglior equilibrio e quindi ad una maggiore armonia globale dell’essere.

Offre ad ogni essere umano la possibilità, attraverso danze primarie, di sentire con pienezza il proprio valore.